AMBIENTE
Home ] CHI SIAMO ] ALUNNI ] INSEGNANTI ] CAVASSO NUOVO ] ARCHIVIO ] INDICE ] PROGETTI ] SCUOLA 2009 ]

Su ] INDICE ] ERE GEOLOGICHE ] STORIA ] [ AMBIENTE ] Fantasia ]

Immagini FLORA ]

 

 

 

 

      

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

da 260 a 220 milioni di anni f

 

Autore: http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/

http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/

http://jan.ucc.nau.edu/~rcb7/

 

Ambiente

Il Triassico è la prima epoca dell'Era Secondaria o Mesozoica. Iniziò 251 milioni di anni fa e finì 199 milioni di anni fa. E' l'epoca successiva al Permiano.

Le terre emerse erano unite in un unico continente, chiamato Pangea, che aveva forma simile ad una C con a nord l'Eurasia unita all'America settentrionale e a sud l'Africa unita al Sudamerica, all'Australia e all'India. Il golfo al centro della Pangea è chiamato Tetide, l'oceano che la circonda Panthalassa. 

Circa 225 milioni di anni fa le terre subirono una profonda spaccatura; nel golfo della Tetide, la Pangea si divise in due parti: Gondwana e Laurasia. Successivamente si divise in due zolle anche la Gondwana, nel frattempo l’India salì verso nord mentre Australia e Antartide si spostarono a sud. Tutto questo condizionò profondamente le condizioni climatiche a tal punto da agevolare il diffondersi dei rettili. 

Clima

Il clima era prevalentemente arido nelle zone equatoriali, mentre verso i poli, ove data l’elevata temperatura erano scomparsi totalmente i ghiacciai, si era instaurato un clima relativamente umido,

Vegetazione

Le piante presenti sulla terra emersa erano ancora piuttosto primitive, prevalevano le Felci arboree, gli Equiseti, le Conifere e alcune varietà di Gimnko.

Il clima umido dei poli facilitò lo sviluppo di una flora di grandi dimensioni come Araucarie, Sequoie, Pini, Cipressi, Felci, C e la comparsa delle prime piante a fiore, che si diffusero largamente nel Cretaceo e, successivamente, nel Terziario.

Animali preistorici presenti

Alla fine del Permiano si verificò una grandissima estinzione di massa degli organismi viventi, soprattutto marini che erano sopravissuti solo per il 5%. In generale scomparvero circa il 70% delle specie.

Alla fine del Permiano erano scomparsi anche gran parte degli anfibi che avevano popolato in gran numero la Terra durante il Paleozoico.

Il Triassico quindi fu un periodo di riorganizzazione della vita sulla Terra. I rettili presero il sopravvento e iniziò la loro Era. Infatti il Mesozoico è detto l'Era dei rettili. Comparvero poi i primi dinosauri: Saurischi e Ornitischi e i primi rettili marini: gli ittiosauri, i primi mammiferi che erano piccoli come topi, avevano una vita prevalentemente notturna ed erano insettivori. Nel Triassico Superiore comparvero anche gli esacoralli. molto simili ai coralli di oggi.

Nel cielo planavano rettili volanti: i Pterosauri.

 

 

Testo rilasciato sotto i termini della  GNU Free Documentation License. Esso utilizza materiale tratto dalla  voce di Wikipedia: "Triassico".

 

 

 

 

 

 

da 220 a 150 milioni di anni fa

 

Autore: http://jan.ucc.nau.edu/~rcb7/

http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/

http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/

Ambiente

Il grande Oceano si è fatto strada nel supercontinente Pangea dividendolo in più parti.

Sono distinguibili grandi continenti,  uno a Nord formato da America settentrionale, Europa ed Asia, la Laurasia,  un altro continente a sud, formato dall'America meridionale, dall'Africa, dall' Antartide e Australia, mentre l'India è un' isola in mezzo all'oceano.

Clima

Nonostante faccia sempre molto caldo, i deserti sono quasi scomparsi e stagioni piovose si alternano stagioni asciutte. Come nel Triassico non ci sono terre vicino ai poli e non esiste alcuna calotta polare estesa. 

Vegetazione

Enormi foreste con felci arboree e più piccole a formare il sottobosco, Cycadaceae, simili all'attuale cycas e conifere come le Araucariaceae, come l'Araucaria araucana di oggi,, le Pinacee, come i pini e gli abeti, le Taxaceae, come il tasso, coprono la terra, ma appare il primo albero con le foglie a ventaglio: il ginkgo.

Animali preistorici presenti

Appare l'antenato degli uccelli l 'ARCAEOPTERYX, che si è evoluto da piccoli dinosauri: i Coleurosauri.

Nell'aria volteggiano gli Pterosauri che dominano i cieli e sono rettili volanti.

I mammiferi si sono moltiplicati, ma sono sempre piccoli come topi e ci sono anche i marsupiali come gli attuali canguri. Anche loro si sono evoluti dai rettili.

Nel mare ci sono i rettili marini i Plesiosauri, i coccodrilli, le ammoniti, grosse conchiglie a spirale.

 

 

 

 

da 150 a 70 milioni di anni fa

 

Autore:  http://jan.ucc.nau.edu/~rcb7/

http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/

compatiblelicenses

 

 

Animazione della divisione della Pangea

 

Immagine in w-public domain

Ambiente

L'Oceano Atlantico ormai separa l'America Meridionale dall'Africa e l'America Settentrionale si sta allontanando dall'Europa.

Clima

Fa meno caldo ed le stagioni si alternano regolarmente.

Vegetazione

Compaiono le prime piante con fiori e frutti: magnolie, papiri, palme, ninfee. che sostituiscono in parte i boschi di felci, equiseti e di conifere.

Animali preistorici presenti

Si diffondono gli insetti impollinatori, pesci come amie e storioni: anfibi, come salamandre e rane, abitano i fiumi  e le ampie zone paludose.

Uccelli primitivi, discendenti dei dinosauri, dividono il cielo con gli Pterosauri ed i numerosi gli uccelli acquatici predano gli anfibi.

I mammiferi si sono ulteriormente evoluti e la prole non ha più bisogno del marsupio, ma continuano ad essere piccoli, insettivori e carnivori. I mammiferi e gli uccelli diventano i nuovi padroni della Terra.